Home

Precedente                 Torna ad elenco miniature      Torna ad elenco alfabetico                Successivo

Vrksasana

 

 

 

Attenzione:

E' bene essere seguiti da un Maestro per i primi anni di pratica. L'esecuzione di tutte le Asana se fatte male possono arrecare microlesioni o problemi tendineo-muscolari. Cercate un Centro Yoga nella Vostra cittą e seguite un corso. Il "fai da te" nello yoga č sconsigliato.

Author: Roberto Boschini

Sw Dhyan Nirman

Vrksasana: l'albero

Da Tadasana fare in modo di coltivare gią l'equilibrio guardando un punto fisso davanti a se e concentrarsi su di esso senza mai distogliere lo sguardo: quasi non bisognerebbe sbattere le palpebre.

 

Spostare il peso su un piede, senza inclinarsi troppo su un lato ma mantenendo la verticalitą e l'allineamento della spina dorsale.

Alzare la gamba opposta e portare il piede o all'interno della coscia con il tallone in prossimitą del perineo. Oppure (come si vede nella miniatura) portare il piede in prossimitą dell'inguine opposto con la pianta del piede rivolta verso l'alto. (fare attenzione all'articolazione del ginocchio, effettuare la preparazione a padmasana per abituarne i tendini)

Portare le mani in Namaskar mudra o Pranamasana per almeno 5/10 secondi.

Poi alzare le braccia ben dritte sopra la testa.

 

Mantenere la posizione fino a 1 minuto.

Per sciogliere l'Asana prima riportare le mani in Pranamasana e poi tornare in Tadasana. Ripetere poi in modo speculare sull'altra gamba.

 

Vrksasana migliora l'equilibrio, rinforza le caviglie, le gambe, le spalle e aiuta ad imparare a concentrarsi profondamente. L'equilibrio in Vrksasana non č dato tanto dalla forza muscolare ma dalla concentrazione con cui si esegue.

La consapevolezza sarą portata ad Ajna Chakra   

Il piccolo Amrit Associazione A.s.d. | P.I. 02682000738 | info@ilpiccoloamrit.it | Scuola di Yoga e massaggio: formazione e specializzazione.